Italia Eventi 24
LinguaIT
Si chiudono con grande successo le prime Convittiadi sarde
La sesta edizione delle Convittiadi nazionali per la prima volta in Sardegna
Una manifestazione sportiva che unisce e fortifica

Dopo aver piantato in Piazza Rinascita un albero di quercia nella terra che i ragazzi dei 32 Convitti italiani hanno portato da tutta Italia,simbolo di fratellanza e unione,valori su cui si è basata fin dall’inizio l’intera manifestazione,si è giunti alla giornata delle premiazioni e chiusura nel grande anfiteatro Bellavista del’Arbatax Park Resort.

Al Convitto di Cagliari non son bastati 2 ori,2 argenti e 5 bronzi per aggiudicarsi le Convittiadi 2012 vinte dall’Istituto di Torino.

Ma a trionfare è stato l’entusiasmo degli oltre 2000 ragazzi che venerdì hanno concluso la loro esperienza sarda tra premiazioni,musica,divertimento e commozione.

Esperimento riuscito – “forse la migliore edizione di sempre” – a detta dei partecipanti che hanno apprezzato il costante impegno profuso dal personale del Convitto Vittorio Emanuele II di Cagliari e da Portale Sardegna che,insieme all’Associazione Nazionale degli Istituti Educativi Statali (Anies) hanno gestito l’organizzazione dell’intera manifestazione.

“Dal punto di vista emotivo è stato un lavoraccio,ma la soddisfazione di essere riusciti a condurre al meglio un evento così grande è davvero unica – ha commentato Michele Murgia,docente del Convitto cagliaritano e coordinatore nazionale di questa sesta edizione – per cui un ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno sostenuto e che hanno reso questa avventura indimenticabile”.

Oltre 2000 giovani provenienti da 32 Convitti nazionali che per una settimana si sono sfidati nelle principali discipline sportive e artistiche,da calcio a 5 a tennistavolo,dalla pallacanestro al nuoto e alla pallavolo ma anche atletica,scacchi,beach volley,musica e danza.

Ha trionfato il Convitto nazionale Umberto I di Torino con 4 ori,7 argenti e 2 bronzi,seguito dal Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Roma (4 ori,3 argenti,3 bronzi) e dal Convitto Nazionale Giovanni Falcone di Palermo (3 ori,1 argento e 2 bronzi). Ma che ha regalato grandi emozioni anche tutte le altre squadre,a partire da quelle ospitanti,che si sono piazzate seste dopo Firenze e Verona. Il Convitto Vittorio Emanuele II di Cagliari porta infatti a casa 2 ori – corsa campestre individuale 1500 mt categoria large con Riccardo Usai e staffetta corsa campestre mista 4x1200mt con Giulia Cadoni,Stefania Puzzu,Riccardo Usai e Lorenzo Vacca – 2 argenti – calcetto maschile large e scacchi small con Giovanni Cuccu – e 5 bronzi – 2 nel nuoto con Gaia Meloni in dorso e stile libero,tennistavolo con Edoardo Soro,basket maschile small e pallavolo femminile small.

Il Premio Fairplay è invece andato all’Educandato di Udine,ritenuta la squadra più “corretta” dal team di arbitri designati a seguire le oltre 400 gare disputate. Ed è proprio il Fairplay a riassumere i princìpi sui quali si basa questa “Olimpiade” nazionale,momento di socializzazione che permette ai ragazzi di divertirsi,di cimentarsi in attività di sano e corretto sport,di apprendere nuove esperienze e di confrontarsi con i coetanei di altre realtà italiane.

Il tutto all’insegna della sportività,dell’impegno e della fratellanza,valori che da sempre contraddistinguono le realtà convittuali e che si sono avvertiti in maniera forte durante alcuni momenti della serata,a partire dal revival anni ’70 portato in scena dal Convitto di Salerno,fino a “Spunta la luna dal monte” dei Tazenda,regalata dagli organizzatori a ricordo dei monti della Barbagia che hanno fatto da cornice alla manifestazione. Ma il momento più struggente resterà sicuramente quello più semplice e portato in scena dagli stessi ragazzi i quali,ognuno con una lettera diversa,hanno formato la frase “Rossella libera” nell’anfiteatro per poi gridare,più volte e a una voce sola,“Vogliamo al più presto Rossella Urru tra noi”.

La cerimonia di chiusura,che ha visto la premiazione dei vincitori delle discipline individuali e di squadra con la consegna dei gagliardetti e delle spille in argento della manifestazione,si è protratta fino all’una e trenta del mattino tra musica e danze.

Presenti l’Assessore al Turismo della Provincia dell’Ogiastra Giampietro Murru,il Sindaco di Tortolì Domenico Lerede con il vice Sindaco Rita La Tosa e Giorgio Mazzella,amministratore dell’Arbatax Park Resort i quali,insieme al Rettore del Convitto Vittorio Emanuele II di Cagliari Piero Porru e al team di Portale Sardegna,rappresentato da Marco Demurtas e Giovanni Sedda,hanno salutato tutti i ragazzi dando loro appuntamento al prossimo anno – perché no – magari nuovamente sulla nostra isola.

Daniela Deidda

891 eventi pubblicati

123 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español