Italia Eventi 24
LinguaIT
Musica nella terra dei Giganti
Musica nella terra dei Giganti
Massimo Ranieri ancora una volta in Sardegna con la sua intramontabile energia

Il cartellone di “Musica nella terra dei Giganti” ha preso il via sabato,9 luglio nel magnifico scenario del Parco dei Suoni di Riola Sardo con “Malìa” la nuova produzione jazz di Massimo Ranieri in collaborazione con Mauro Pagani.

Il termine Malìa,titolo dell’ultimo disco,che significa magia,incantesimo,fascino,seduzione,ha incantato il folto pubblico che per questa prima in Sardegna,si è recato numeroso da tutta l’Isola,rievocando l’inconfondibile Napoli caprese.

Il “Parco dei Suoni e delle Arti del Mediterraneo” di Riola Sardo è una splendida struttura con una capienza di 5000 persone,recuperata da antiche cave di pietra arenaria,la cui acustica sembra paragonabile a una sala da concerto.

Il pubblico impaziente,applaude per sollecitare l’inizio del concerto,l’applauso diventa potentissimo quando sale sul palco Stefano bagnoli alla batteria,seguito da Stefano di Battista al Sax,Riccardo Fioravanti al contrabbasso,Rita Marcotulli al pianoforte,e il trombettista Enrico Rava; ultimo Massimo Ranieri,elegantissimo in giacca bianca che intona il brano Spiga e grano,creando la magia.

Alla fine del brano,dopo i saluti,esordisce così "non avrei mai immaginato alla veneranda età di 65 anni di essere su questo palco di European Jazz Expo come ieri sera all’apertura di Umbria Jazz,ho l’onere e l’onore di aprire questi due importanti festival – se me l’avessero detto all’inizio della mia carriera,50 anni fa,avrei chiamato un dottore e avrei detto: "portatelo in manicomio perché questo è pazzo",scatenando le risate del pubblico.

Il concerto,assieme alla nazionale degli artisti come li definisce Ranieri,dura un’ora e mezzo,oltre l’acclamato bis di altri 15 minuti,con parecchie persone delle prime file in piedi a ballare e cantare assieme agli artisti. Moltissimi i brani famosissimi della canzone partenopea degli anni 50 – 60, cantati da Massimo,rivisti in chiave Jazz,Brani dolcissimi come Luna Caprese,Resta cun me,Malafemmene,o più ritmati come ‘O Sarracino,Tu Vo’ Fa L’Americano,Ue Ue Che Femmena,Dove sta Zaza.

Massimo si commuove quando ricorda Pino Daniele e intona il suo brano Tutta ‘nata storia,seguito dagli assolo dei musicisti.

Come in tutte le cose belle,arriva la fine,il pubblico ancora visibilmente contento ed emozionato a malincuore si dirige lentamente verso le uscite,con in mente,suoni,e colori di questa prima speciale.

I comuni di Riola Sardo e di Cabras,con questo progetto “Musica nella terra dei Giganti” hanno scelto per la prima volta di unirsi e realizzare una cooperazione turistica – culturale integrata con una grande stagione musicale estiva nelle splendide location dell’Anfiteatro di Tharros e del “Parco dei Suoni,supportati dalla “Rete dei Festival” (European Jazz Expo,Dromos Festival,Sardegna Concerti,Rocce rosse&Blues,Abbabula),con il sostegno della Fondazione di Sardegna e del contributo della Regione Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione Spettacolo-Sport e Assessorato del Turismo Artigianato e Commercio).

Un primo,significativo passo,che segna la fondamentale sinergia tra le associazioni e le istituzioni isolane per la realizzazione di un cartellone in grado di competere coi più importanti festival internazionali estivi d’Europa. Una ricca e articolata manifestazione,distribuita nei mesi di luglio e agosto,capace di suscitare grande attrazione nei confronti di pubblici diversi per gusti musicali e attitudini al viaggio.

Un progetto con cadenza annuale,che si propone di superare i limiti di un festival di tipo tradizionale,promuovendo sinergie e attività tali da diventare elemento trainante dello sviluppo del territorio,particolarmente sotto il profilo turistico e culturale. Promuovere infatti il territorio,le sue attrattive culturali,archeologiche e paesaggistiche,è un imperativo categorico per una manifestazione che ambisce a rappresentare la punta di diamante dell’offerta culturale e turistico integrata. Ecco perché il progetto “Musica nella Terra dei Giganti” opera in stretta sinergia con le straordinarie bellezze che la Sardegna e il Sinis in particolare possono offrire. Dalla perla di “Is Aruttas”,una delle più belle spiagge al mondo,al Museo Archeologico di Cabras,con i suoi straordinari Giganti di Mont’e Prama,fino ai fondali dell’isola di Mal di Ventre: musica,natura e archeologia costituiscono l’elemento centrale dell’interazione tra spettacolo dal vivo e filiera turistico-culturale,in un rapporto stretto con il territorio integrato dalla ricca offerta delle eccellenze artigianali ed enogastronomiche.

Michele Vacca

57 eventi pubblicati

85 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español