Italia Eventi 24
LinguaIT
L’utramaratoneta racconta l’esperienza della Footrace americana in un incontro allo IED
L'utramaratoneta racconta l'esperienza della Footrace americana in un incontro allo IED

A vederlo così,piccolo e magro,non lo diresti mai che quest’uomo possieda la forza per correre tanto! Quel tanto che basta per farlo andare da Los Angeles a New York in un coast to coast di oltre 5000 km. Correre la Footrace è affare per pochi,anzi pochissimi,dato che nell’ultima edizione sono partiti in 15 e sono arrivati in 8! Come sardi siamo orgogliosi che Italo Orrù sia arrivato terzo in questa manifestazione così importante e difficile ma quello che ci racconta il protagonista di questa impresa è un tesoro di esperienze che va oltre la corsa.

Per arrivare a correre quei 70 giorni bisogna preparare adeguatamente il proprio fisico con allenamenti mirati e progressivi che aiutino il corpo a sopportare sforzi e fatiche incredibili,in situazioni atmosferiche disparate che vanno dal caldo esasperato all’uragano inaspettato. E’ fondamentale capire qual’è il tipo di alimentazione più consono,l’abbigliamento più idoneo che va studiato nei dettagli dalla scarpa al cappello o quali piccoli accorgimenti inventare per ottimizzare le risorse,come quello di mettere la bottiglia d’acqua dentro una calza bagnata per consentirle di rimanere fresca.

Ma il lavoro più lungo è quello a livello psicologico laddove si annida il motore di tutto: la motivazione. Una volta che si è stabilito il perché allora il come sarà,diciamo,una passeggiata. Quando la forza propulsiva è la volontà all’agire allora si può arrivare davvero lontano.Tralasciando che i maligni sottolineino anche la presenza di un sottile grado di piacere nel compiere imprese estreme come queste,amiamo pensare al nastro asfaltato che scivola sotto i piedi come ad una meditazione continua,lo scorrere delle miglia diventa un mantra a fior di labbra e i piccoli pensieri semplici sono compagni di viaggio piacevoli come l’aria leggera smossa dai camion che sfrecciano accanto.

E se pensate che la corsa sia uno sport fatto di solitudine siete davvero lontani dalla realtà. Alleanza,complicità e umanità sono ingredienti fondamentali per il nostro runner che trovava sempre il tempo per scherzare,fare qualche foto,regalare una carezza ad un cane o fermarsi per raccogliere oggetti curiosi come le targhe automobilistiche o…un paio di manette rosa!

La corsa in fondo è una metafora della vita perché in quella come in questa nulla deve essere lasciato al caso.

Daniela Deidda

891 eventi pubblicati

123 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español