Italia Eventi 24
LinguaIT
Le voci dei sardi nella terra del tango. Il libro “Sardi d’Argentina” di Margaret Caddeo
La storia dell'emigrazione raccontata in un libro
Tanti volti,tante voci che intrecciano,tante immagini che prendono vita e colore e ci raccontano una fetta di Storia

Una pubblicazione come punto di partenza per un progetto che intende raggiungere le realtà sarde sparse nei diversi continenti e riannodarle poi a quelle dell’Isola. È “Sardi d’Argentina”,di Margaret Caddeo,edito da AM&D.

Tanti volti,tante voci che intrecciano, tante immagini che prendono vita e colore e ci raccontano una fetta di Storia.

Quella di un’emigrazione,la nostra.

Operazione difficile e complessa,che pone interrogativi di scottante attualità e si misura con un argomento del quale sembra sia stato già detto tutto.
L’autrice riesce però ad imboccare una strada nuova,perché si affida ad un approccio emozionale.
Getta il suo scandaglio nel profondo e tocca corde intime.

La prima parte del libro è intessuta di esistenze di uomini e donne incontrati nelle strade e nelle piazze,di dialoghi che si svolgono nell’intimità delle case,con silenzi d’accento sardo che si intrecciano ad un acceso spagnolo diversificato da tante inflessioni regionali italiane.

Margaret ha conosciuto la prima generazione di emigrati.

Vi si è accostata in punta di piedi: è scesa nell’abisso di un vero e proprio uragano che ha disperso e unito tanti destini.

Ha rispettato le tensioni sotterranee,le ha viste svelarsi nelle emozioni,ha colto i gesti semplici nei quali farle decantare.

Poche pennellate ricche di immagini che raccontano vite intere. Dialoghi capaci di comunicare la stessa intensità emotiva di un incontro fisico.

Storie semplici e straordinarie insieme,di affetti familiari,di lavoro,di impegno politico e sociale,ma anche di violenza e terrore,in un arco temporale che collega passato e presente di mondi geograficamente lontani ma uniti nella topografia del cuore.

Avrebbe potuto essere epica.
Ma l’autrice ha scelto il tocco leggero della poesia,la dimensione apparentemente dimessa ed antieroica del quotidiano.

E quando le parole si mostrano inadeguate,si affida al linguaggio emotivo dei gesti e delle posture che raccontano la stanchezza per battaglie non ancora concluse.
Come dimostrano le pagine intense e bellissime che raccontano la dittatura.

In quest’opera,l’autrice, ha dimostrato di saper leggere,tra gli apparati statistici,gli scarti individuali,ha evitato di abbandonarsi alle tassonomie e,infondendo vita a dati sterilizzati ed asettici.

Tra ghiacciai altissimi ed estancias ,vigneti sconfinati e lagune abitate da fenicotteri rosa, ci coglie il suono del vento insieme a quello,triste,del tango,dove si mescolano i rumori e le voci di città contraddittorie,le cui architetture eterogenee parlano delle infinite ondate migratorie da cui hanno avuto origine,tra i contrasti dei barrios e le villasmiserias .

Tra cartoneros ed auto fiammanti. Una lettura ricca di emozioni.
Forse perché rovescia i timori della società odierna facendoci percorrere,a ritroso,una storia che inverte ruoli oggi solidificati.
O forse per l’inevitabile confronto con la capacità di resistere alle deflagrazioni della storia di generazioni che avrebbero potuto esserne travolte.
O più semplicemente,per la delicata poesia con cui l’autrice ha saputo rendere,pagina dopo pagine,fino a penetrarne l’essenza,un universo tanto complesso e variegato.
Semplicemente stando in ascolto. E raccontando le cose come se non fossero mai state raccontate.

Laura Conte

1 eventi pubblicati

3 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español