Italia Eventi 24
LinguaIT
La Sagra degli agrumi di Muravera: una festa per tutti i gusti
Tra convegni,degustazioni,musica e balli in piazza

Una grande festa per il Sarrabus quella che per tre giorni ha animato,con migliaia di persone,turisti e curiosi,le vie dell’abitato di Muravera con tutte le vetrine addobbate per l’occasione dalle coloratissime arance,limoni e cedri.

Il sole,al cospetto di tanta allegria,non ha potuto rinunciare ad illuminare le giornate riscaldandole con il suo tepore primaverile.

Nonostante si sia giunti alla 40ª edizione,è stata per me la prima volta. Ho guardato l’evento con occhi nuovi,e da una posizione privilegiata,in quanto membro della giuria che doveva valutare le originali etnotraccas che sono il fulcro della sfilata che si svolge la domenica mattina,ed ho visto che quando le persone sono animate da passione,determinazione e capacità,le cose funzionano davvero bene.

E’ stato come un viaggio nel tempo alla scoperta di realtà che ci piace custodire come piccoli gioielli, tra visite alle vecchie cortes patronali,con i laboratori artigianali e le degustazioni di prodotti tipici,un salto al museo dei Candelai,con angoli che raccontano il processo che porta alla realizzazione manuale dei ceri,passando per gli agrumeti che punteggiano le campagne circostanti deliziando tutti con i loro frutti succosi.

Tra mare e montagna,questo angolo di terra regala panorami suggestivi e cultura che ben si sposano con i sapori e i saperi della tradizione nella realizzazione delle etnotraccas in cui convergono l’operosità,l’ingegno e lo studio di nutriti nuclei familiari,dai più piccoli ai più anziani.

Emoziona vederli realizzare con tanta precisione e impegno questi deliziosi spaccati mobili di realtà d’un tempo che raccontano della concia delle pelli,della semina e raccolta del lino,di come si lavora il pane o come si realizzavano le sedie. Ed è per loro motivo d’orgoglio poter sfilare la domenica mattina tra gli applausi entusiasti degli spettatori.

La parata di due ore che li vede protagonisti,aperta dalla banda musicale del paese,è arricchita dalle maschere tradizionali del carnevale sardo,come quelle di Mamoiada,Samugheo e Ottana,dai colori,dai gioielli e dagli abiti dei gruppi folkloristici,e dalla colonna sonora delle launeddas,dei sulittus e delle fisarmoniche.

La festa si conclude in piazza con i balli sardi ed ogni realtà della nostra isola è rappresentata in modo originale e caratteristico dalla bellezza delle movenze di uomini e donne,armoniosamente ritmate da piccoli passi,in un quadro che vede l’intreccio di mani e sguardi.

E tutti andiamo via stanchi ma sorridenti,con i nostri spicchi di arancia sul volto.

Daniela Deidda

891 eventi pubblicati

123 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español