Italia Eventi 24
LinguaIT
Festa della Madonna del Rimedio: fede, storia ma anche divertimento
A Donigala la festa che unisce fedeli e non
Oristano - Santuario Nostra Signora del Rimedio

Sembra che a Oristano, più precisamente a Donigala, ci sia una festa che accomuni gente di tutti i tipi senza badare a età o fede. Scopriamo qualcosa in più.

La festa della Madonna del Rimedio è una festività entrata nell’anima degli oristanesi e non solo. Si celebra l’otto settembre ma in realtà inizia con una novena di otto giorni. La devozione verso la Madonna del Rimedio è viva in varie località come Siapiccia, Giba, Orosei, Tinnura, ma è Oristano il vero punto centrale per i fedeli mariani.

Non possiamo risalire all’anno in cui si svolse la prima edizione. È nel XIX secolo che notiamo un incremento della devozione nella suddetta chiesa di Oristano. Da allora divenne meta di pellegrinaggio per devoti provenienti dagli angoli più disparati.

Come detto in precedenza, si inizia otto giorni prima con la novena. La sera del sette è il turno dei vespri. Il giorno seguente si comincia alle cinque del mattino con una serie di messe da un’ora ciascuna fino alle ventuno. Dopodiché si da il via alle danze.

In passato la festa del Rimedio veniva vissuta appieno del suo spirito originario. Oggi si è perso molto come racconta Chiara Piredda, grande devota della Vergine del Rimedio. “Prima si che si faceva il pellegrinaggio come si deve. La gente veniva da tutti i paesi a piedi o in carro. Ora vengono in pullman” Continua “Quando avevo otto anni partimmo da Scano di Montiferro in dieci su un carro di buoi. Impiegammo due giorni ad arrivare”. Quest’episodio ci fa capire quanto forte poteva essere la devozione dei sardi verso la Madonna del Rimedio.

Ad ogni modo, oggi come ieri è possibile arrivare al santuario a piedi da Oristano. Le bancarelle continuano ad animare i festeggiamenti. Dolci sardi, formaggi, madonnine, santini e l’immancabile torrone. Chiara ci tiene a dirci “Se vai alla festa e non compri torrone è come se non ci fossi mai stato”. E poi la tipica cena che tutti aspettano. Muggine e maialetto sono le due pietanze quasi obbligatorie. L’odore del muggine, il più scelto tra i due, è avvertito alle porte di Donigala tanta è la quantità grigliata. Senza parlare della tipica vernaccia con la quale accompagnare al meglio ogni piatto. In mezzo ai grandi scorrazzano i bambini con i loro giochi nuovi fiammanti comprati nelle bancarelle, anche loro contribuiscono a vivacizzare l’ambiente.

La festa della Madonna del Rimedio continua ad attrarre tanti giovani. Cosa non scontata visto il distaccamento degli ultimi anni tra giovani e Chiesa. Sarà la tradizione, sarà la fede, comunque sia questa festa continua ad attrarre una massa eterogenea di persone. Per comprendere la sua magia bisogna per forza farci un salto.

———————————

The fest of Madonna del Rimedio is a festivity in the soul of Oristanesi. It is celebrated on 8th of September, actually it begins eight days before with a novena. The devotion for Madonna del Rimedio takes place in Siapiccia, Giba, Orosei Tinnura, but Oristano is the central point for Marian faithful.

We cannot know when the first edition took place. We know that in the 19th century there has been an increment of devotion in Oristano’s church. From then on it became a pilgrimage destination for so many people.

As mentioned before it starts eight days before with a novena. Then there are vespers in the evening. The following day starts with a series of masses from 5:00 a.m. to 9 p.m. And then, get the ball rolling.

In the past Rimedio’s fest was celebrated differently. Today we lost a lot as Chiara Piredda tells “Back in my day we used to pilgrimage in others way. People come to Rimedio by ox cart. Today they come by bus.” She adds “When I was eight, in 1936, I went from Scano di Montiferro to Rimedio by ox cart.” All this tells us how important is the devotion to Madonna del Rimedio for Sardinian.

We would have lost something but not everything. Today like yesterday we can get to the sanctuary from Oristano on foot. Stalls continue to animate the celebrations. Sardinian sweets, cheese, holy pictures and the ever-present nougat. Chiara wants to specify ”If you are at the fest and you don’t buy nougat you have not been at the fest.” The usual dinner is composed by mullet and pig. The smell of mullet grilled can be perceived for miles. We must also talk about vernaccia, which you can accompany every dish. Children run between older with their brand new toys bought in the stalls. they too contribute to liven up the fest.

The fest of Madonna del Rimedio can still attract young people, although it is a religious event. Maybe tradition, maybe the faith, anyway this fest continue to attract a heterogeneous mass. To understand its magic you must go there.

Davide Camba

0 eventi pubblicati

3 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español