Italia Eventi 24
LinguaIT
Autunno in Barbagia 2015: si comincia da Bitti
28 paesi: infinite storie da vivere
Dal 04/09/2015 al 06/09/2015

Metti in evidenza il tuo evento

Luogo ospitale e pieno di storia in cui la grande civiltà nuragica innalzò i meravigliosi monumenti del villaggio-santuario di Romanzesu, uno dei maggiori centri archeologici dell’intera Isola e dove si stabilirono gli antichi Balari che sfidarono il potente Impero Romano.
In tutto il circondario si incontrano numerose testimonianze preistoriche: domus de janas e menhir (chiamati in sardo perdas fittas ossia ‘pietre infisse’) raccontano una storia che risale al Neolitico mentre a partire dall’età del Bronzo si sviluppa la civiltà nuragica di cui si conservano le tipiche torri,le scenografiche sepolture,dette “tombe dei giganti”,oltre ai misteriosi ed affascinanti edifici sacri.
Le origini del nucleo urbano risalgono probabilmente a una mansio romana (stazione di sosta) sulla strada che collegava Cagliari a Olbia. Molti reperti dell’ età repubblicana e imperiale sono stati ritrovati nelle vicinanze della chiesa di Bonucaminu ,a ovest dell’abitato attuale,e nel sito di Sa Patzata ,da cui proviene l’iscrizione funeraria di un soldato romano di nome Decumo.
In quest’area viveva l’antica popolazione dei Balari ,elencata tra le Civitates Barbariae ,che,come ci raccontano le fonti dell’epoca, si oppose strenuamente all’invasione romana .
Durante il Medioevo il paese appartenne,inizialmente,al Giudicato di Gallura e fu capoluogo della curatoria ,da cui deriva il nome della regione storica: la Barbagia di Bitti . Risale al 1173 un documento in cui compare il nome della villa : l’allora giudice Barisone donava la chiesa di Santa Felicita di Bithe al monastero pisano di San Felice di Vada.
A seguito del matrimonio tra la giudicessa gallurese Elena de Lacon e Lamberto Visconti,la Gallura entrò sotto il controllo di Pisa. La crescente ingerenza della repubblica marinara portò alla guerra con la Corona d’Aragona che vantava diritti sul Regno di Sardegna,istituito alla fine del XIII secolo da Papa Bonifacio VIII.
Il conflitto portò allo smembramento del regno di Gallura e il villaggio,come quasi tutti i paesi sardi,venne annesso nel XIV secolo al Giudicato d’Arborea sotto la guida di Mariano IV che intendeva unificare tutta l’Isola. Ne derivò il grande scontro con i catalano-aragonesi che,con notevole dispendio di uomini e mezzi,ottennero la vittoria. Il XV secolo ,quindi,rappresentò anche per il centro barbaricino l’inizio dell’assoggettamento a potenze straniere: Bitti fu infeudata a vari casati prima aragonesi e catalani poi spagnoli e,a partire dal XVIII secolo,piemontesi. Si dovrà attendere fino al 1838 perché venga concesso alla cittadinanza di riscattare il feudo ponendo termine allo sfruttamento delle diverse signorie.
Molti dei piccoli villaggi del circondario scomparvero a seguito delle guerre e a causa della peste che nel XIV secolo decimò l’Europa: fu questa la sorte di Jumpatu e Dure . Di quest’ultimo,a est dell’abitato attuale,rimane traccia nelle chiese di Babbu Mannu (SS. Trinità),Sant’Istevene (santo Stefano),Santa Luchia (santa Lucia),Santa Maria,Santu Jorgeddu (san Giorgio di Suelli).
Riuscì a sopravvivere Gorofai ,attuale quartiere a nord del paese,che nella seconda metà dell’Ottocento perse la sua indipendenza divenendo frazione di Bitti . Il rione conserva ancora la sua autonomia ecclesiastica con la parrocchiale dedicata al Santissimo Salvatore che,alla fine del Settecento,sostituì quella più antica di San Michele.

MareNostrum

692 eventi pubblicati

62 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

dal 03/05/2019 al 05/05/2019
Guspini
dal 21/03/2019 al 04/07/2019
Cagliari
dal 29/04/2019 al 27/05/2019
Cagliari
dal 12/04/2019 al 24/05/2019
Cagliari
dal 27/04/2019 al 28/04/2019
Bosa
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español