Escursione a Costa Rei e dintorni

La terra è salmastra e se coltivata non dà buoni frutti. Il luogo è desolato e sperduto. Nella vicina Castiadas le paludi e gli acquitrini sono tali per cui sono frequenti le epidemie di malaria e peste.
escursione a cavallo a Costa ReiQuesto è quello che i nostri nonni vedono osservando una delle 5 coste più belle del mondo: Costa Rei. Nel 1875 approdano, per ordine del Ministero dell’Interno, 30 detenuti con i loro agenti di custodia. Il loro compito è quello di bonificare e dare nuova vita ad un territorio abbandonato da tutti. I carcerati realizzano a Castiadas un’opera che ancora oggi possiamo ammirare. La colonia penale più grande d’Italia che può ricevere fino a 1000 detenuti. Ecco da dove deriva il nome Costa Rei. Il litorale dove approdarono coloro che venivano considerati “rei” per i più svariati motivi. E la costa riprende nuova vita. Ma ancora non piace ai nostri antenati, coltivatori e allevatori, che disprezzano queste terre, per nulla utili nelle loro attività contadine. Un luogo da “scartare” perché non dà frutti! Non si accorgono del bianco candido della salina di Piscina Rei, del rosa intenso delle ali dei fenicotteri, che svettano ancora oggi maestosi sui cieli di Costa Rei. Non si curano del verde cristallino delle sue acque.

Un escursione a cavallo

Questo paesaggio così rude e ancora incontaminato merita di essere esplorato con rispetto e ammirazione. E noi abbiamo deciso di percorrerlo a cavallo, in perfetta armonia con la natura che ci circonda. Si parte dal maneggio di Iba Sa Cresia, la mattina presto, per proteggere i cavalli dal calore delle ore di punta, e godere dell'alba sul mare. guadoIl rosso del cielo svanisce mentre costeggiamo la spiaggia verso la pineta di Capo Ferrato; si sentono gli zoccoli che affondano sulla sabbia ad ogni passo e il gorgheggiare delle onde in riva al mare. I colori sono intensi, nulla a paragone con i mesi invernali ma comunque bellissimi. Arriviamo alla pineta, e si prosegue il viaggio verso il faro, una scogliera a picco sul mare. Il panorama del faro è mozzafiato al largo ci guardano l'Isola dei Cavoli e Serpentara. Si scorge tutta la costa su entrambi i lati. Sulla sinistra si può osservare Baia delle Anfore e poi più avanti la spiaggia di Feraxi, tipica per le sue dune di sabbia e per essere incorniciata da un ginepraio secolare. Dall'altro lato si domina tutta Costa Rei, km di spiagge bianchissime. Ci riposiamo un po' e beviamo un buon caffè per poi proseguire la nostra escursione. Si monta a cavallo per dirigerci verso le pendici di Monte Liuru, nell’entroterra di Costa Rei, una vallata fertile e rigogliosa. Da qui si diramano numerosi sentieri che si inoltrano in un territorio incontaminato e suggestivo, con lecci, sughere e macchia mediterranea. Siamo fortunati perché davanti al sentiero attraversa la strada un bellissimo esemplare di cervo sardo. Appena arriviamo alla spiaggia di Feraxi lanciamo i cavalli al galoppo, liberi di seguire la loro andatura e il loro desiderio di libertà. Lasciamo riposare i nostri amici all’ombra dei ginepri e facciamo un bagno ristoratore. Dopo un meritato riposo si rientra in maneggio. La nostra prossima avventura sarà con i quad! Sarà, di nuovo, molto divertente!

ATTIVITA'

MAPPA

Mappa non disponibile

FOTO E VIDEO

COMMENTI

Eventi: Sardegna Sud Est

dal 6 agosto al 3 settembre 2014

La rassegna del cinema in Sardegna

dal 5 luglio al 30 settembre 2014
Muravera · Tiliguerta Camping Village, S.P. 97 km 6 Loc. Capo Ferrato, 09043 Muravera (CA)

Alina Dettori ed Elvio Arancio si presentano a un primo sguardo come due artisti - ognuno sui generis - molto diversi e distanti, sia per percorso artistico che per provenienza culturale.

Guida: Sardegna Sud Est

Chi Siamo Archivio pubblicazioni Contatti Note Legali Pubblicità Gerenza

© 1999 - 2014 Mare nostrum editrice S.r.l. a socio unico P.iva 02180800902 - Gerenza
Supplemento alla testata giornalistica www.marenostrum.it - Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010 - Iscrizione ROC n°14164
Via Gavino Matta, 3 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 392 9999887
Marenostrum.it | IlPortolano.it | SardegnaEventi24.it | MarenostrumEditrice.it | Zelindo.it

Rss Rss Licenza Creative Commons