Puntodivista Film Festival 2015 a Cagliari

Cagliari » Teatro Adriano

Concorso Internazionale di Cinematografia, tra film, teatro e musica dal vivo

4906 punti 15 Eventi pubblicati 9.197 Visite ricevute 105 Condivisioni su Facebook
Dal 18 novembre al 1° dicembre ritorna il Puntodivista Film Festival, il Concorso Internazionale di Cinematografia, tra film, teatro e musica dal vivo.
Otto giornate intense con i sedici cortometraggi finalisti, tanti ospiti illustri ed esperti del grande schermo.
Tra i nomi in arrivo Bruno Bozzetto, Maurizio Nichetti, Dimitri Makris, Pippo Ciliberto, Paolo Pasi, Giandomenico Curi e tanti altri
Il mito del Carosello e i piccoli (ma grandi) "racconti d'autore" in bianco e nero che illuminavano le case degli italiani con le storie surreali, magiche, spesso animate da parodie e cartoon divertenti, e accompagnavano i sogni dei più piccoli con la fatidica frase "Dopo Carosello tutti a letto…".
Quando il cinema portava nei nostri salotti, con eleganza e discrezione, i primi spot pubblicitari, ma soprattutto i grandi attori e registi.

Al Puntodivista Film Festival, il Concorso Internazionale di Cinematografia, tra film, teatro e musica dal vivo, promosso da Art'In e diretto da Romano Usai, sbarcheranno dal 18 novembre al 1° dicembre al Teatro Adriano di Cagliari alcuni degli autori illustri che hanno contribuito al successo dello storico format pubblicitario più famoso d'Italia che ha segnato un periodo importante della cultura del nostro Paese. Tra questi Bruno Bozzetto, Maurizio Nichetti, Dimitri Makris, Pippo Ciliberto, Paolo Pasi, Giandomenico Curi, e tanti altri. I cortometraggi, come sempre saranno i protagonisti assoluti della rassegna, e si succederanno nelle proiezioni quotidiane. Centosettantasei le opere pervenute all'organizzazione da diverse parti d'Europa, sedici i corti in finale che si contenderanno il premio di questa ottava edizione.

Un festival che nasce per creare una vetrina, uno spazio per i nuovi talenti della "settima arte" che si muovono nel mondo sommerso delle piccole produzioni, portando la loro visione del mondo sul grande schermo, tra temi sociali, viaggi introspettivi o di grande attualità, raccontate da diversi punti di vista. Ma anche un luogo di incontro, dove poter mettere a confronto operatori, registi, giornalisti, attori, musicisti e pubblico, tra dolci divagazioni culturali e momenti di grandi emozioni, accompagnati da degustazioni di qualità.
Cagliari diventerà per otto giorni crocevia di idee e sguardi d'autore con esperti del cinema, musicisti e tanti artisti, protagonisti degli incontri condotti dal giornalista Andrea Frailis, dedicati al rapporto tra cinema, pubblicità, letteratura, a cui il festival dedica come sempre un occhio di riguardo.
Tra questi Bruno Bozzetto, uno dei più grandi animatori, fumettisti, registi, sceneggiatori e produttori cinematografici viventi che ha lasciato un segno indelebile nella storia del cinema d'animazione e non solo, così come alla Walt Disney e alla Pixar (autore fra i tanti del mitico personaggio Signor Rossi, e di lungometraggi celebri quali West and Soda, Vip - Mio fratello Superuomo); Dimitri Makris, regista e produttore greco, autore di oltre quindici film e dei più importanti spot per il Carosello tra gli anni '60 e '70; Maurizio Nichetti, tra i registi e attori nazionali più interessanti che attraverso i suoi film tra disegni animati, tv, e tanti lungometraggi, ha segnato nella cinematografia italiana una dimensione artistica ineguagliabile.
Per i consueti progetti tra pellicola a musica, ci sarà anche Giandomenico Curi, regista, autore radiofonico e televisivo, saggista, regista, e docente della Scuola di Cinema documentario Cesare Zavattini e dell'Università di Roma Tre; Paolo Pasi, giornalista, musicista, cantante e scrittore; Pippo Ciliberto, direttore della fotografia per i migliori registi italiani che collabora da anni con la Rai; Gianni Coscia, straordinario compositore e fisarmonicista tra i più apprezzati nella scena jazz nazionale; Max De Aloe, miglior musicista jazz dell’anno al "Jazz It Awards 2014"; la violoncellista brasiliana Marlise Goidanic; l'attrice Manuela Loddo e i musicisti Pietro Pisano, Paola Salurso e Tommaso Sollazzo.

Il programma
Si parte mercoledì 18 novembre alle 19.30 con la proiezione (prima internazionale) della puntata pilota di "Nuova Era" di Manuele Trullu, un film del progetto Heroes 20.20.20, prodotto dalla Fondazione Sardegna Film Commission, produzione esecutiva Zena Film. Alle 20.00 si entra nel vivo del festival con la proiezione dei primi tre cortometraggi in gara: "Il ladro di dita" di Pietro De Silva; "Teatro" di Ivan Ruiz Flores e "Vegan Love" di Giorgio Amato. A seguire, alle 21.00 "Apparenze", il cinema raccontato attraverso irresistibili digressioni musicali e recitative. Con Manuela Loddo (recitazione e canto), accompagnata da Gianni Coscia alla fisarmonica; Max De Aloe, all'armonica cromatica, fisarmonica, live electronics, e dal violoncello di Marlise Goidanich. Un bel viaggio nella memoria cinematografica tra film, colonne sonore, teatro, aneddoti, citazioni colte e musica dal vivo, e naturalmente, il grande schermo.
Giovedì 19 novembre appuntamento alle 20.00 con la proiezione di altre quattro opere in gara: "I.A.D." di Michelangelo Di Pietro; "Ci vuole un fisico" di Alessandro Tamburini; "One day in the July" di Hermes Mangialardo e "Senza parole" di Edoardo Palma. Alle 20.45approda a Cagliari Maurizio Nichetti, il grande attore, sceneggiatore, produttore cinematografico e regista di indimenticabili film che hanno decretato il suo successo e la sua notorietà presso il grande pubblico, come Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare. Un'occasione imperdibile in cui il "Buster Keaton" italiano racconterà nell'incontro "Io penso che il cinema … note di lavoro" il suo punto di vista sul cinema e il suo rapporto con la musica, il fumetto, la pubblicità e le diverse arti, tra aneddoti, momenti esilaranti, e la sua spumeggiante verve comica. Seguirà alle 22.15 l'imperdibile appuntamento live con il jazzista Max De Aloe, (Jazz It Award 2014) con la sua inseparabile armonica cromatica, fisarmonica e live electronics e le sonorizzazioni dal vivo di tre cortometraggi muti tra i più rappresentativi della avanguardie cinematografiche: "Entr'acte" di Renè Clair del 1924; "Anemic Cinema" di Marcel Duchamp del 1926 e "L'étoile de Mer" di Man Ray del 1928.
Venerdì 20 e martedì 24 novembre saranno due giornate dedicate esclusivamente alle prime opere in gara selezionate dalla commissione artistica: alle 11.00 sarà organizzata la proiezione nel matinèe per gli studenti, mentre la sera rispettivamente alle 17.30 (venerdì) e alle 18.30 (martedì) si potranno rivedere sempre al Teatro Adriano.
Mercoledì 25 novembre spazio alla proiezione degli altri corti in concorso (dalle ore 19.30): La moglie del custode" di Mario Parruccini; "Acabo de tener un sueno" di Javi Navarro; "Storie di una notte" di Francesco Giorgi e "Helena" di Nicola Sorcinelli. Alle 20.00l'incontro con lo scrittore, giornalista, scrittore, musicista, cantante Paolo Pasi che presenterà il suo ultimo libro "L'era di Cupidix" (freschissimo di stampa, uscito un mese fa per le edizioni Spartaco, collana La Campana), una interessante narrazione a ritmo di jazz, ma anche escursioni nei suoi libri precedenti tra i quali "Le brigate Carosello", con la prefazione di Fernanda Pivano, attraverso cui confluirà naturalmente nella conversazione intrigante con il regista greco Dimitri Makris per parlare di "Carosello - tra cinema e pubblicità". Una imperdibile chiacchierata con uno dei più importanti autori che hanno dato vita per vent'anni ai racconti del celebre format pubblicitario in auge dal 1957 al 1977, che accompagnerà il pubblico in un viaggio sorprendente attraverso la visione e il commento dei vecchi Caroselli, le curiosità del backstage e le storie (vissute) di grandi attori come Nino Manfredi, Giovanna Ralli, Enrico M. Salerno, Lelio Luttazzi, Aldo Fabrizi, Gino Cervi, Gino Bramieri, e tanti altri. Ma anche i dettagli tecnici, le regole che ne guidavano la realizzazione, come lo spot doveva essere sceneggiato, gli aneddoti, le curiosità, le storie dei protagonisti, e tanto altro.
Giovedì 26 novembre alle 19.30 la proiezione degli ultimi cortometraggi in concorso: "Gemma di maggio" di Giuliano Giacomelli; "Sugar Plum Fairy" di Marco Renda; "Venice" di Venetia Taylor; "Bellissima" di Alessandro Capitani e "Se l'andava cercando" di Pietro Fabio Fodaro.
Alle 20.00 Andrea Frailis condurrà l'incontro con il regista e scrittore Giandomenico Curi che introdurrà lo spettacolo da lui ideato e curato "El me pais è un colore smarrit", un grande momento dedicato a Pierpaolo Pasolini, in memoria del quarantennale della sua scomparsa. Un Pasolini inedito, raccontato, ma soprattutto cantato. Le canzoni da lui scritte, ma anche quelle a lui dedicate da tantissimi autori saranno riproposte con il dolce canto di Paola Salurzo accompagnata da Pietro Pisano al pianoforte e Tommaso Sollazzo alla chitarra battente, tra i commenti e gli approfondimenti dello stesso Curi.
Venerdì 27 novembre alle 17.00 la proiezione delle opere finaliste.
Martedì 1 dicembre, ultima giornata del Puntodivista Film Festival. Il via alle ore 20.00 con la visione e la premiazione delle opere vincitrici. Subito dopo l'incontro molto speciale con il grande Bruno Bozzetto, maestro dell'animazione e del fumetto, dal titolo "Ma…come si sta…allegri non troppo????" che prende spunto dal film storico dell'autore milanese (Allegro non troppo, 1976), ispirato al classico disneyano Fantasia.

Il Puntodivista Film Festival è organizzato da Art'In con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport.
Tutte le serate sono con degustazione.
Ingresso €7,00 - numero di posti limitato.

Per info e prenotazioni: info@artinproduzioni.it - artinproduzioni@gmail.com - artinscena@gmail.com - tel. 3338115999/ 3922962241