A Monserrato Il Grande Teatro dei Piccoli

Monserrato » Teatro MoMoTI

In scena per l'undicesima edizione ospitata al MoMoTI i padroni di casa Is Mascareddas, il burattinaio romagnolo Vladimiro Strinati e tanti altri

11084 punti 15 Eventi pubblicati 1 Notizie pubblicate 21.041 Visite ricevute 269 Condivisioni su Facebook
Ritorna a Monserrato "Il Grande Teatro dei Piccoli".
Sabato 31 ottobre prende il via l'undicesima edizione della stagione teatrale per famiglie targata Is Mascareddas, ospitata al MoMoTi: dodici appuntamenti fino al 20 dicembre - il sabato e la domenica alle 18 nel teatro in via 31 marzo 1943 - con i pupazzi e marionette dei padroni di casa, i burattini del romagnolo Vladimiro Strinati, la compagnia di Sassari La Botte e il Cilindro e la formazione di Villasor Fueddu e Gestu.

Un ricco cartellone al quale si aggiungono ulteriori quatto serate a Cagliari al Teatro Massimo (nella sala M3) da sabato 26 a martedì 29 dicembre (sempre alle 18), organizzati in collaborazione con Sardegna Teatro.


Il programma
Si comincia sabato 31 ottobre e domenica primo novembre con il debutto di Donatella Pau e Tonino Murru nello spettacolo di marionette da tavolo "La donnina che semina il grano", co-produzione Is Mascareddas - Sardegna Teatro.
La pìece, scritta da Elisabetta Pau e Donatella Pau e diretta da Karin Koller, ha come protagonista Angelina, una ragazza di campagna con un amico corvo sopra la testa, e con uno schema narrativo adatto anche ai bambini più piccoli (dai 3 anni d'età) illustra la necessità vitale di non sprecare risorse naturali e fonti primarie dell’alimentazione degli esseri viventi come la terra e l’acqua.

Il 7 ed 8 novembre arriva al MoMoTI Vladimiro Strinati, in scena con "La marietta di legno e altre storie" (per un pubblico dai 5 anni). Nello spettacolo diretto da Danilo Conti, con scene e figure Margherita Conventi Amadori, il burattinaio di Cervia narra tre fiabe che parlano di cuoche, mamme, mogli, fanciulle audaci che sconfiggono uomini bestiali e sposano principi distratti. Lo spettacolo è composto da dieci brevi sketch, in cui si susseguono personaggi, stili, tecniche di animazione differenti.
A fare da filo conduttore a tutti gli episodi, la musica, con una selezione varia che va dai brani d’opera, al paso doble, al tango e alla musica delle bande itineranti.

Il 21 e 22 novembre spazio a La Botte e il Cilindro con "Biancarentola e Cappuccino". Nella divertente commedia (per spettatori dai 6 anni) scritta da Luca Dettori, da un’idea di Sante Maurizi, le fiabe più famose dei fratelli Grimm, da Biancaneve a Cappuccetto Rosso, da Pollicino ad Hansel e Gretel, si misceleranno senza sosta, creando gli intrecci più disparati, e dando vita a situazioni buffissime e inaspettati cambi di direzione. Lo spettacolo è diretto e interpretato da Daniela Cossiga, Luca Dettori e Antonella Masala.

Ritorno in scena per Donatella Pau il 28 e il 29 novembre con "Filò", tre storie dei fratelli Grimm adattate dall'interprete con Elisabetta Pau (per spettatori dai 6 anni di età). Su una tavola inclinata la burattinaia de Is Mascareddas anima dei piccoli pupazzi regalando suggestioni di un tempo passato, tempo di filatura, di incantesimi, di maledizioni e lieti fine.
Tre storie, dove le protagoniste sono delle giovani che in qualche modo si affacciano alla vita e che si concludono con un finale bello, come una carezza che arriva al pubblico per alleggerire la durezza dei tempi odierni.

Il 12 e 13 dicembre sipario aperto su "Latzus", spettacolo di Fueddu e Gestu che prende spunto dalla favola di Esopo “Il topo di città e il topo di campagna”. Riadattandola per il teatro in maniera clownesca e Brechtiana, la compagnia di Villasor la trasforma e la riattualizza secondo le sue modalità creative tra “ricerca e tradizione”. Uno spettacolo per tutti, ma in particolare per i più piccoli (dai 3 anni), dove la favola con la figura degli animali personificati, interpretati da Maura Grussu, Nanni Melis e Rossano Orrù, rappresenta un invito ad assumere uno spirito critico verso quel mondo privo di scrupoli che va contro la tutela della vita dell’uomo e della natura.

Appuntamento dal sapore natalizio quello con i pupazzi e oggetti animati di "Doni", spettacolo di Is Mascareddas, in scena il 19 e 20 dicembre a Monserrato al MoMoTI e dal 26 al 29 dicembre a Cagliari al Teatro Massimo (in via De Magistris, 12) nella sala M3. Un racconto di Grazia Deledda, una favola dei fratelli Grimm e due leggende della tradizione popolare, raccolte e adattate dall'interprete Donatella Pau e da Elisabetta Pau, indagano sul gesto del dono e restituiscono la magia che lo accompagna.

Il Grande Teatro dei Piccoli, le recite per le scuole In parallelo alla programmazione serale per le famiglie si rinnova quella dedicata alle scuole, con i consueti matinèe, tutti al MoMoTI alle 10.30, il lunedì, eccetto "La donnina che semina il grano" de Is Mascareddas in cartellone da martedì 3 a venerdì 6 novembre: il 9 novembre "La marietta di legno e altre storie", di Vladimiro Strinati; il 23 novembre "Biancarentola e Cappuccino", de La Botte e il cilindro; il 30 novembre "Filò", de Is Mascareddas ; il 14 dicembre "Latzus", di Fueddu e Gestu; il 21 dicembre "Doni", de Is Mascareddas.

Informazioni
Biglietti delle recite delle ore 18: 5 euro; abbonamenti a 6 spettacoli: 25 euro (le recite al Teatro Massimo non sono comprese nell'abbonamento); biglietti per le recite dedicate alle scuole: 4 euro.
Per informazioni scrivere a ismascareddas@tiscali.it o telefonare ai numeri 070 58 39 742 - 337 144 61 11.

IL GRANDE TEATRO DEI PICCOLI • MONSERRATO è un progetto realizzato col contributo della Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, del Ministero dei Beni, Attività Culturali e Turismo, Direzione Generale per lo Spettacolo Dal Vivo, del Comune di Monserrato, Assessorato alla Cultura. Compagnia Is Mascareddas www.ismascareddas.it ismascareddas@tiscali.it Tel. 070 58 39 742

TURISMO

ATTIVITA'