Cerca articoli

 Quinto appuntamento della rassegna jazz "Notes de Viatge Winter"

Al Teatro Civico di Alghero sold-out per il concerto dell’Heritage Trio e Paolo Fresu

È nella profonda interazione tra le diverse personalità artistiche dei musicisti che tradizione e innovazione, passato e futuro si ritrovano fusi insieme in un progetto musicale forte, stimolante e in continua evoluzione

29/12/2011 16:21:00
Alessandra Polo
Reporter Gold
121 Eventi pubblicati 65 Notizie pubblicate

Un gran bel concerto quello di ieri sera al Teatro Civico di Alghero riaperto in occasione del quinto incontro della rassegna jazz Notes de Viatge Winter, organizzata dall’Associazione Raim Negre in collaborazione con Comune di Alghero e Fondazione META in occasione dei festeggiamenti per il Cap d’Any algherese 2011.







L’Heritage Trio, formato da Mariano Tedde, Salvatore Maltana e Massimo Russino, ha accolto e coinvolto con calore e simpatia l'ospite della serata, il celebre trombettista di Berchidda Paolo Fresu.


I tre artisti sono attivi sulla scena jazz internazionale da diversi anni. Numerose sono le collaborazioni con musicisti di respiro nazionale e internazionale come Tim Hagans, Eric Vloiemans, Maria Pia De Vito, Enrico Rava, Rosario Giuliani, Flavio Boltro, Dino Saluzzi, Django Bates, Pax Wallace, Bob Mintzer, Andy Gravish, Steve Swallow, Bruno Tommaso, Tom Harrell.

Così come con Paolo Fresu, la cui straordinaria carriera è nota anche ai non addetti ai lavori e con il quale l’Heritage Trio ha all’attivo diverse collaborazioni. Considerato ormai l'icona del jazz europeo, il suo suono è stato più volte paragonato a quello di due leggende come Miles Davis e Chet Baker. Oggi vanta una miriade di progetti che lo vedono impegnato per oltre duecento concerti all’anno in ogni parte del globo e diviso continuamente tra Parigi, Bologna e la Sardegna.


Oltre ad alcuni brani standard del repertorio jazz tradizionale – “Night and Day”, “Bye bye Black Bird “Body and Soul” e “All of you”, ieri sera i quattro musicisti hanno proposto una serie di brani originali composti e arrangiati dallo stesso Tedde, pianista dell’Orchestra Jazz della Sardegna e docente di piano Jazz al Conservatorio di musica di Sassari, come "Black Taxi", "Apple Tree", "All'ultimo momento", "Galper's Song", "Z24" e "Song for Bob".


Si è concluso con quest'ultimo brano originale il concerto durato poco meno di due ore in cui gli oltre 280 spettatori presenti si sono lasciati incantare dalle sonorità evocate dalla tromba di Paolo Fresu.




Mappa non disponibile