Tennistavolo Norbello

OLGA ED ELEONORA PRIMATTRICI NEI TORNEI NAZIONALI DI CORTEMAGGIORE E ORISTANOOLGA ED ELEONORA PRIMAT

Olga Dzelinska ha sbaragliato le avversarie in Emilia

Giornalista pubblicista, collabora a numerose testate e ha scritto anche il libro La storia della cucina sarda e or…
68571 punti 107 Eventi pubblicati 44 Notizie pubblicate 35 Commenti 127.485 Visite ricevute 2.190 Condivisioni su Facebook
Il fine settimana a base di tornei nazionali è significativo per i colori gialloblù che tra Cortemaggiore e Oristano portano sul podio più alto due sue atlete.

Olga Dzelinska ha sbaragliato le avversarie in Emilia nel singolo femminile assoluto dove in finale ha avuto la meglio sulla padrona di casa Giulia Cavalli del TT Cortemaggiore Teco Ferbel. In terra sarda la nuraghese Eleonora Trudu è tornata alla vittoria nel girone unico riservato alle pongiste di 3^ categoria, spuntandola su altre cinque avversarie e rimediando una sola sconfitta, peraltro al quinto set.


Il presidente del sodalizio guilcerino Simone Carrucciu decanta i gesti atletici delle sue affiliate: “Quelli di Olga ed Eleonora rappresentano degli exploit che danno lustro alla nostra società e che ci permettono di restare tra i primi posti in Italia come rendimento complessivo.

Tra l’altro sono soddisfatto perché la nostra bravissima atleta slovacca si è misurata con avversarie che tra non molto incontrerà anche in campionato”.

In provincia di Piacenza hanno provato a dire la loro anche altri pongisti del Tennistavolo Norbello. Maxim Kuznetsov e Michael Oyebode si sono fermati rispettivamente al secondo e al primo turno del tabellone finale nel singolo maschile assoluto di 1^ e 2^ categoria. Marina Conciauro non va oltre i quarti di finale nel singolo femminile di 1^ e 2^ categoria eliminata dalla giovane promessa azzurra Giorgia Piccolin.

OLGA DZELINSKA: «DURANTE LA FINALE SONO STATA MOLTO MALE PER LA STANCHEZZA»

Ha affinato la preparazione sui Colli Euganei in compagnia dei suoi amici che militano nell’Este. Olga Dzelinska ci teneva davvero molto a vincere questo torneo. Per lei godere di un ottimo stato di forma significa tante cose che non possono essere quantificate.

Quello di Cortemaggiore è stato il suo primo torneo disputato in Italia (a parte quello internazionale di Norbello) e spera vivamente che non sia l’ultimo. Ha battuto giocatrici niente male come Giorgia Piccolin, Cristiana Dumitrache e Nevena Kostova.

Come è stata questa esperienza vincente?
Tutti gli incontri sono stati qualcosa di speciale, mai prima d'ora avevo affrontato le avversarie di ieri, così ogni partita era qualcosa di nuovo per me.

Giulia Cavalli l'hai battuta sia nei gironi, sia in finale. Era l'avversaria più pericolosa in assoluto?
Giulia non l’avevo mai vista giocare. Nel girone eliminatorio l’ho battuta 3-1, non ho avuto grandi difficoltà. In finale sono scesa in campo stanca, e piuttosto euforica per l’obbiettivo raggiunto, quindi non è stato facile ritrovare la forma dopo che lei si è portata in vantaggio per due a zero. Poi finalmente tutto é girato a mio favore.

Cosa significa per te questa vittoria?
Sono andata a Cortemaggiore con l'idea di giocare per affinare la pratica prima di affrontare la prossima partita in campionato; è importante giocare la gara come se fosse un allenamento. Con la vittoria significa che hai sfruttato appieno questa nuova esperienza. Però c’è ancora tanto da migliorare.

E i tifosi del Norbello ti hanno festeggiata ?
I tifosi sono stati grandi. I pongisti di Norbello e Marcozzi formano una grande famiglia, eravamo in tanti lì a Corte, è stato tutto molto sincero e bello.

Eleonora Trudu ha vinto a Oristano. Norbello vince ovunque, che ne pensi?
Ognuna di noi fa il possibile per portare in alto il nome del Tennistavolo Norbello. Del risultato di Ele l’ho saputo prima della finale. Congratulazioni e un bravissima ad Ele e al Norbello.

Martedì 25 riprende il campionato, tu ritorni in Sardegna per la preparazione?
Oggi sono tornata a Cagliari dove ho ripreso a lavorare con Michael e Shuo in vista del derby contro lo Zeus Quartu. Sarà molto difficile, dovremo lottare come non mai perché questa sfida ha per tutti noi un sapore particolare.

Cosa ti ha detto Michael Oyebode dopo la vittoria?
Michael era molto contento perché sono riuscita ad arrivare in finale e a lottare per la vittoria. Mi ha dato la spinta decisiva perché stavo davvero male per la stanchezza, per cui ringrazio apertamente anche lui.

A chi vuoi dedicare questa vittoria?
Non ho l'abitudine di dedicare la vittoria però un pensiero va a tutti quelli che mi incoraggiano e mi stanno vicini. ... Grazie.

ELEONORA TRUDU: «MI È STATO UTILE GUARDARE TANTI VIDEO DI TENNISTAVOLO»

Il girone unico in cui Eleonora è riuscita ad imporsi si è rivelato molto equilibrato. Con lei hanno gareggiato la sassarese Claudia Murtinu (Libertas Ping Pong Monterosello Sassari) arrivata seconda e poi di seguito Martina Mura (Muravera TT), Roberta Perna (TT Quartu), Silvia Deligia e Giulia Lixia (Quattro Mori Cagliari). Solo la giovane Perna è riuscita a violare l’imbattibilità dell’atleta sarcidanese: “è stata la gara più impegnativa perche i puntini sono un mio punto debole però anche Martina Mura ha giocato veramente bene.

Come ti sei preparata a questo torneo?
Guardando tanti video sul tennistavolo il giorno prima e ripetendomi che avrei dovuto vincere

Dov’è che ti sei piaciuta maggiormente?
Quando ero sotto di un po’ di punti e non ho mollato.

Per il futuro cosa ti auguri?
Altre vittorie e di migliorarmi sempre di più, mettermi in testa una cosa e credere che possa raggiungerla

Vuoi ringraziare qualcuno?
Tutte le persone che mi hanno sostenuto in passato e tutti quelli che sanno quanto sia importante questo sport e
fanno di tutto per sostenermi, anche persone che non vedo quasi mai ma sento sempre.