Cerca articoli

 il 19 ottobre a Villanova Truschedu

Il poeta Paul Polansky terrà un recital a Villanova Truschedu

La testimonianza e l'impegno di Polansky, il suo lavoro, la sua scrittura, meritano certamente la nostra attenzione, soprattutto alla luce di quanto sta accadendo in Europa e nel nostro paese.

10/10/2011 18:55:00
GIAN PIERO PINNA
Reporter Gold
107 Eventi pubblicati 44 Notizie pubblicate
A partire dal 14 ottobre, lo scrittore e poeta, Paul Polansky, sarà in Sardegna e il 19 terrà un recital nel salone dei ricevimenti della piscina comunale di Villanova Truschedu, con inizio alle 19,00-

Polansky è davvero un personaggio (e un poeta) straordinario, una sorta di personaggio leggendario americano che, dopo aver condotto una vita avventurosa e varia, vive da anni nei Balcani: “voce dei senza voce”, “voce degli esclusi”, megafono poetico del popolo più maltrattato ed oppresso della storia, quello “rom”.

Il suo viaggio di studio, di conoscenza e d'impegno, inizia indagando sullo sterminio nascosto delle popolazioni zigane trucidate nei campi di concentramento nazisti nell'est Europa.
Un vero olocausto nascosto.

Da allora pian piano entra sempre più in contatto con le diverse popolazioni rom. Dopo l'esplosione del Kosovo la comunità rom viene espulsa dalle città e trova rifugio in terribili campi profughi organizzati dalle Nazioni Unite che lo incaricano di essere intermediario.

Polansky ha deciso di vivere nei campi rom del Kosovo e di denunciare con ogni mezzo il genocidio che si sta consumando tra l'indifferenza del mondo occidentale.

Nel 2004 Polansky è stato insignito dal Premio Nobel Gunther Grass del prestigioso Human Rights Award della città di Weimar, in Germania.

Nel 2009 Multimedia Edizioni / Casa della poesia pubblica il suo libro "Undefeated" (Imbattuto), una grande antologia curata e tradotta da Valentina Confido, che raccoglie il suo lavoro poetico negli ultimi decenni (con testi introduttivi di Jack Hirschman e Valentina Confido).