La Vernaccia è un vino unico nella sua tipicità

Baratili San Pietro mostra mercato regionale della vernaccia di Oristano

Tradizionale sfilata dei gruppi Folk

Giornalista pubblicista, collabora a numerose testate e ha scritto anche il libro La storia della cucina sarda e or…
68571 punti 107 Eventi pubblicati 44 Notizie pubblicate 35 Commenti 127.485 Visite ricevute 2.190 Condivisioni su Facebook
La manifestazione quest’anno si è articolata in 4 giorni, l’11 agosto è stato dedicato ai giovani con la presenza di una band proveniente dalla penisola, “Zucchero tribute”, mentre il 12 folklore, balli tradizionali e canti sardi, con una serata di Gara a chitarra, il 13 con le canzoni di Cecilia Concas e il cabarettista Nicola Cancedda e a seguire i ritmi dei Baillando Sardigna. Il 14, ultimo giorno di Fiera, c’è stata la tradizionale sfilata dei gruppi Folk provenienti da tutta la Regione, seguita dalle degustazioni.


La Vernaccia è un vino unico nella sua tipicità che costituisce un patrimonio storico, culturale e commerciale del territorio di Oristano. Allo scopo di tutelare tale patrimonio e promuovere un rilancio commerciale, la Pro Loco di Baratili San Pietro, da diversi anni si è fatta carico di realizzare delle manifestazioni a sostegno di questo prodotto, pur consapevoli che il mercato della Vernaccia, stia sempre diminuendo poiché nel corso degli anni è venuta sempre meno la consuetudine di bere questo vino, anche dovuto al fatto che non si conoscono a fondo le vere caratteristiche per cui si può e si deve apprezzare.

La Sagra della Vernaccia, negli anni, ha raggiunto livelli tali di importanza e presenza di pubblico da essere, ormai, una vera e propria Fiera e Mostra mercato Regionale della Vernaccia di Oristano.

La manifestazione, si è articolata nell’arco dei quattro giorni a ridosso del Ferragosto, in una località posta ai confini dei due paesi considerati i principali e maggiori produttori di questo vino, vale a dire Baratili San Pietro e Riola Sardo. Per ogni produttore, la Pro Loco ha predisposto uno stand, gratuito, con proprio personale appositamente istruito e rigorosamente in costume sardo, per esporre e commercializzare le varie produzioni. Altri stands sono stati destinati a esposizioni di prodotti tipici locali, e di produzioni artistiche e artigianali.

Una manifestazione che sta diventando sempre più importante, che merita adeguata attenzione da parte degli Enti pubblici, per farla conoscere meglio.
Gian Piero Pinna