Cerca articoli

 Archivio della Corona d’Aragona di Barcellona

A Madrid è stato firmato protocollo d'intesa tra il Ministero Spagnolo della Cultura e l'Istar.

L’Istituto Storico Arborense per la Ricerca e la Documentazione sul Giudicato d’Arborea e il Marchesato di Oristano

26/07/2011 19:11:00
GIAN PIERO PINNA
Reporter Gold
107 Eventi pubblicati 44 Notizie pubblicate
L’Istituto Storico Arborense per la Ricerca e la Documentazione sul Giudicato d’Arborea e il Marchesato di Oristano, rappresentato da Giampaolo Mele, direttore scientifico dell’Ente, il 20 maggio scorso a Madrid, ha sottoscritto un importante protocollo d’intesa con il Ministero Spagnolo della Cultura, nella persona del Director General del Libro, Archivos y Bibliotecas, Rogelio Blanco Martínez, che consentirà di approfondire gli studi sulla storia della Sardegna e in particolare su quella di Oristano, attraverso l’acquisizione di importanti documenti conservati presso il prestigioso Archivio della Corona d’Aragona di Barcellona, in assoluto tra i più eminenti centri di studio per la storia mediterranea ed europea.


“L’operazione è stata possibile grazie alla disponibilità e sensibilità culturale. del Direttore dell’Archivio della Corona d’Arago, Carlos López Rodríguez, che ha seguito passo per passo la complessa istruzione del documento – ha spiegato il direttore dell’ISTAR, Giampaolo Mele - Sono già giunti i primi documenti, ovvero una serie di 17 registri del Maestro Racional del Real Patrimonio, più altri dieci volumi della Real Cancilleria. Procesos contra los Arborea e i Registri del Maestro Racional, digitalizzati da una società di Barcelona, fiduciaria dell’ACA, per una spesa che si aggira sui 19.000 euro.”

“Grazie a questa intesa, entriamo in possesso di documenti digitali di straordinario valore per la nostra storia - ha aggiunto il Sindaco Angela Nonnis – sono per la maggior parte documenti inediti della massima importanza, per la conoscenza della nostra storia giudicale e sui rapporti tra gli Arborea e la Corona d’Aragona”.

“La storia sarda e quella giudicale in particolare devono diventare parte integrante dell’offerta formativa delle nostre scuole – ha sottolineato l’Assessore alla Cultura, Luca Faedda -. L’Istar, in questo senso, ha un ruolo strategico importante per la ricerca e la diffusione della conoscenza”.

Per il momento, il materiale non sarà ancora accessibile agli studiosi, perché deve essere adeguatamente catalogato e integrato con il resto della documentazione esistente nell’Archivio Storico del Comune, per essere resi fruibili. La valorizzazione e la divulgazione della documentazione sarà fatta in sinergia tra la Biblioteca Comunale e l’Archivio Storico del Comune.

È anche in avanzata fase di elaborazione, un progetto per costituire un fondo documentario e bibliografico riguardante la musica e la liturgia nel Giudicato d’Arborea.

In concomitanza con la presentazione dell’importante risultato, Carlo Lòpez Rodriguez, dell’Archivio della Corona di Aragona di Barcellona, ha fatto pervenire una nota nella quale esprime tutta la sua soddisfazione per il risultato raggiunto, in quanto “anticamente il Regno di Sardegna, era parte integrante della Corona di Aragona dal 1323 al 1713, che in tutti quei secoli generò una mole enorme di documenti, gran parte dei quali, sono custoditi nell’archivio barcellonese, che sono stati digitalizzati in alta definizione per essere resi fruibili dagli studiosi sardi”.
Gian Piero Pinna


Mappa non disponibile