Una vetrina per i filmmaker indipendenti di tutto il mondo

Al via a Cagliari la 2^ edizione di Skepto International Film Festival

Dal 7 al 9 aprile si terrà a Cagliari la 2^ edizione della rassegna cinematografica Skepto International Film Festival dedicata ai filmmaker indipendenti.

Per lavoro usa i Social Network, organizza eventi e promuove il turismo in Sardegna. Unendo a queste passioni anche… http://https://www.linkedin.com/in/alessandrapolo
124411 punti 119 Eventi pubblicati 65 Notizie pubblicate 15 Commenti 220.918 Visite ricevute 8.065 Condivisioni su Facebook
Nato nel 2010, lo Skepto Film Festival ha la duplice ambizione di essere una vetrina per i filmmaker indipendenti di tutto il mondo e di voler costruire nella città di Cagliari uno spazio aperto in cui potersi confrontare liberamente.
Il festival è aperto a cortometraggi narrativi di ogni genere, stile e budget di produzione, documentari, videoclip musicali, video-arte, cortometraggi sperimentali, new media format, mobile videos, ecc.


Per i vincitori sono previsti premi più ricchi rispetto all'edizione 2010 e per dare risalto ai giovani talenti sardi questa 2^ edizione del Festival prevede un premio speciale da destinare all'artista che con la sua opera meglio esprime le tematiche relative all'identità culturale isolana.

L’edizione 2011 del Festival vede raddoppiati i numeri del suo esordio.

Due le sedi in cui si svolgeranno le proiezioni: oltre all'Hostel Marina, sulle Scalette di San Sepolcro nel cuore del quartiere “Marina”, ci sarà lo spazio dell'ex Liceo Artistico di piazza Dettori ad ospitare il numeroso pubblico previsto nelle tre serate. L’ingresso è gratuito.

Anche la programmazione è pressoché raddoppiata e oltre all'Italia sono rappresentati 24 Paesi: Austria, Danimarca, Francia, Finlandia, Germania, Grecia, Irlanda, Portogallo, Regno Unito, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina, Cipro, Egitto, Mozambico, Cile, Cuba, Messico, Canada, Stati Uniti, Singapore, Giappone.

Moltissimi hanno poi partecipato al Concorso Internazionale di Cortometraggi: 213 le opere iscritte, di cui 182 in competizione e 31 fuori concorso.
Ventinove i corti in finale - con tre sardi in lizza (Paolo Zucca, Mario Piredda e Gianluigi Tarditi) - suddivisi per le otto categorie: Short, Super-short e Documentari, già presenti nella 1^ edizione e a cui si aggiungono le sezioni Video-Pill, Scuole, Autori sardi, Ied (Linguaggi sperimentali) e Mobile (corti realizzati con telefoni cellulari).

La grande novità, quasi uno slogan della manifestazione di quest'anno, è "Non solo Cagliari". Grazie alla collaborazione fra l'Associazione Skepto, lo IED (Istituto Europeo di Design) e la rete AIG (Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù), i corti finalisti del Festival saranno proiettati in contemporanea a Cagliari e in altre città italiane ed europee.
In particolare, sono previste proiezioni nella sede dello Ied di Madrid e negli ostelli della rete AIG di Milano, Bologna, Firenze, Perugia, Napoli, Rimini, Ravenna.

Si inizia giovedì 7 aprile alle 18 all'Hostel Marina con una mini-rassegna intitolata "The dark side of Sardinia". A seguire una selezione di corti fuori concorso dai cinque continenti.

La mattina del 8 aprile è dedicata alle scuole. Nel pomeriggio, a partire dalle 15 la prima tranche di opere in competizione. Contemporaneamente all'ex Liceo Artistico, dalle 15 alle 19, va in scena la video-arte. Dopo una breve pausa, la proiezioni riprendono alle 21.15, in contemporanea sia all'Hostel Marina sia in piazzetta Dettori.

La mattina del 9 aprile, a partire dalle 11 e fino alle 13, spazio alla categoria "Docu-short" in concorso: un mini-tour cinematografico in appena due ore fra l'Europa e il Sud-America. Il pomeriggio all'Hostel Marina (sala A), sempre a partire dalle 15, la seconda tranche di cortometraggi in concorso.
L'ultima fase delle proiezioni, a partire dalla 21.15, sarà seguita dalla proclamazione dei vincitori.

Visiona il programma della tre giorni cagliaritana

Cinema ma non solo. Durante le giornate clou, l'8 e il 9 aprile, il Festival Skepto si apre anche all'arte: gli spazi dell'ex Liceo Artistico di piazzetta Dettori ospitano il fotografo cagliaritano Luca Tronci e la video-proiezione del suo reportage fotografico "No Season": uno sguardo inusuale sulle strutture mastodontiche del turismo di massa durante il letargo della bassa stagione. La mostra, inaugurata a Barcellona durante l'evento Europes 2010, sbarca in anteprima italiana a Cagliari.


Sempre in piazzetta Dettori, i colori, le figure a olio e i disegni di "Soupe d'Art", l'esposizione dei tre giovani artisti sardi Roberto Botta, Viola Vistosu e Lucia Zedda. La manifestazione è realizzata con il sostegno della Regione Sardegna - Assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio e della Provincia di Cagliari. Venerdì 8 aprile, all'Hostel Marina, è previsto un matinèe dedicato alle scuole, realizzato grazie alla collaborazione con il Liceo Artistico Statale "Foiso Fois" di Cagliari.