Cerca articoli

 A Sassari "La forza delle parole. Da Tenco a Gaber"

Luca Telese presenta "Qualcuno era Comunista"

Gli anni della caduta del Muro di Berlino e della fine del PCI in Italia

15/05/2013 02:10:00
Mariangela Gallina
Reporter Gold
10 Eventi pubblicati 17 Notizie pubblicate
Per il secondo appuntamento con le serate dell'associazione Materia Grigia "La Forza delle parole. Da Tenco a Gaber" ospite il giornalista Luca Telese e il suo libro "Qualcuno era Comunista".
Un libro del 2009, non certo recente, ma che oggi è attuale più che mai e che vuole essere, come lo stesso Telese sottolinea, una cronaca di un momento importante per la storia italiana e un documento da consegnare ai giovani di oggi, qualsiasi sia la loro linea politica.
Pagine di storia recentissima, parliamo del periodo che va dal 9 Novembre 1989, quando Riccardo Ehrman, italiano, corrispondente ANSA a Berlino si trovò quasi per caso, ad annunciare al mondo che il Muro di Berlino stava per cadere e con lui una serie di equilibri che coinvolsero il mondo intero e anche l'Italia nell'estinzione del più importante partito Comunista dell'occidente, il PCI.
Telese sul palco del Teatro ferroviario di Sassari, in veste di narratore, ci conduce nella commedia di personaggi storici delle politica italiana, da Occhetto, grande protagonista della svolta della Bolognina, a volti noti ancora oggi come D'Alema, Napolitano ma anche i volti della base, delle persone del popolo che hanno fatto il partito Comunista, che l'hanno reso vivo con le idee, gli ideali, quel sentimento di appartenenza a una grande famiglia che hanno visto sgretolarsi e non tornare mai più. Cosa rimane delle idee? Di tutti quegli uomini che hanno creduto in un sogno, gabbiani ipotetici che avevano aperto le ali per cambiare la vita, ma senza essere in grado di volare, come li definisce il grande Gaber nel recital da cui prende il titolo la ricerca del giornalista?
Un ritratto di un' era che non esiste più ma che ha lasciato una pesante eredità nella realtà contemporanea, in una sinistra che stenta a decollare legata a una pesante zavorra fatta di contraddizioni interne e orfana dei grandi uomini che resero gloriosa un'epoca in cui, per fare politica, gli ideali hanno contato molto di più di qualsiasi logica di palazzo.

La rassega prosegue indagando sulla forza delle parole nel teatro canzone di Gaber con l'appuntamento del 18 maggio al Vecchio Mulino a Sassari con l'incontro intitolato "Se ci fosse un uomo: gli anni affollati del signor Gaber" e che avrà come ospite lo scrittore, musicista e attore Giulio Casale.