Cerca articoli

 L'8 e 9 settembre, nel cuore della Barbagia, si rivivranno i ritmi degli antichi mestieri.

Sardinia Diary a Fonni per un viaggio indietro nel tempo con la 2^ edizione di PaStorìas

Un fine settimana che vi porterà indietro nel tempo, in un viaggio alla riscoperta delle tradizioni, degli antichi mestieri e dei piatti tipici del delizioso paesino ai piedi del Gennargentu.

06/09/2012 16:18:00
Alessandra Polo
Reporter Gold
121 Eventi pubblicati 65 Notizie pubblicate

Se vi siete persi l'edizione dello scorso anno (qui troverete un bel racconto fotografico e qui tanti video) sappiate che sarà come fare un viaggio nel tempo, tra antichi sapori e profumi dimenticati che pervaderanno le vie del paesino ai piedi del Gennargentu.

Per due giorni rivivremo anche noi, insieme ai locali e ai turisti, i ritmi degli antichi mestieri tra storia, cultura, racconti e, naturalmente, la cucina del pastore.

E vi racconteremo tutto questo in tempo reale.

Il nostro viaggio a ritroso nel tempo comincerà sabato 8 quando dalle ore 14 andremo a curiosare tra le vie del paese, lungo i percorsi della cultura e dell’identità fonnese.

Ma sarà il giorno successivo che vivremo un'autentica esperienza multisensoriale tra cultura, tradizione e antichi mestieri:


- vedremo gli storici Murales, tra cui quello con il pastore più alto del mondo, e ammireremo da vicino i giochi e le arti pastorali.

- gusteremo i piatti preparati secondo le più antiche e genuine ricette, riassaporando i sapori tipici della cucina del pastore.

- ascolteremo le storie di vita dei vecchi pastori, il loro aneddotti e tanti ricordi. Ad accompagnare i racconti sarà la musica dei canti polifonici e a tenores.

- toccheremo la lana proprio poco prima che le anziane donne inizino a lavorarla spiegando ogni passaggio dell’antica arte dell’intreccio.

E ancora: ammireremo le maschere tipiche, dagli Urthos ai Buttudos, assisteremo alla vestizione e alla spiegazione della vestizione. Non mancheremo nemmeno al momento della tosatura, della mungitura e della ferratura del cavallo, per raccontarvi un mondo tra passato e presente.

Se proprio non potrete venire, seguiteci sui canali social di Marenostrum (Facebook e Twitter) o su quelli di Tag Sardegna e su Instagramers Sardegna dove proveremo a trasmettervi le emozioni che siamo certi ci regalerà questa bellissima e autentica manifestazione.

Ecco il programma nel dettaglio

Sabato 8 Settembre

La manifestazione prenderà il via nel primo pomeriggio con i saluti e la presentazione degli eventi.

Dalle 15.00 la via San Giovanni e la via Secchi si animano con la magia dei mestieri antichi come la lavorazione della lana, l’orditura e la creazione dei cestini e del sapone, tra giochi d'un tempo e presso il suggestivo cortile della chiesa dei Martiri prenderanno vita i laboratori della pasta fresca e dei dolci tipici come pane in sappa e la sevada. Il tutto contornato dall’antico bar (su Cilleri antigu)

Dalle 16.00 Lungo via S. Giovanni e Piazza San Matteo, le arti pastorali incontrano la narrazione della transumanza, della tosatura, della mungitura e della preparazione del formaggio.

Alle 18.00 il fascino della vestizione del costume tradizionale fonnese cui seguirà il canto del Santo Rosario in sardo.

Alle ore 19:30 nella Piazza Italia sarà presentato il romanzo dal titolo "Cane- fonnese".

Alle 21:30 un affascinante osservatorio astronomico a cielo aperto permetterà di scrutare il cielo con gli occhi del pastore transumante, sulle note dei canti della tradizione.

La serata sarà poi animata da uno spettacolo di caroselli equestri direttamente sull’altopiano Tanca dei Frati.

Domenica 9 Settembre

Dalle 10.00 e fino alle 20.00 le vie del paese sveleranno i percorsi di lavorazione della lana, dei cestini, dei laboratori del gusto, della pasta fresca e dei dolci tipici, come pane in sappa e sevada.

Dalle ore 10:00 ampio spazio alla 8^ rassegna per la valorizzazione del cane Pastore Fonnese, con il 1° riconoscimento della Razza da parte dell’ ENCI.

Sempre dalle 10:00, la via Secchi si colorerà di folklore con la spiegazione e vestizione del costume tradizionale fonnese nelle sue varianti di festa e da lavoro.

Dalle 11.00 le arti pastorali incontrano la narrazione nei quadri animati della transumanza, la tosatura, la mungitura e la preparazione del formaggio.

Dalle ore 12:00 nella piazza del Monumento, storie ed esibizioni e preparazione a festa del cavallo si alterneranno tra le arti della ferratura, della bardature ai cabaret equestri.

Dalle 16.00, nella piazza del Museo del Pastore, miti e leggende della tradizione pastorale: andrà in scena la lotta dell’uomo contro la natura selvaggia con le maschere degli Urthos e Buttudos che si racconteranno durante la vestizione. A seguire la sfilata dei costumi fonnesi con balli e canti a tenore che accompagneranno i momenti della bardatura e della ferratura del cavallo.

Seguirà la rappresentazione de “Su Arra’sseare Onnessu” con Urthos e Buttudos.

18:30 2^ edizione della sfilata di coppie in costume a cavallo, che partirà da Piazza Santa Croce, la piazza del Mercato Agroalimentare.

Alle 21:30 Continua la rappresentazione del mondo equestre con uno suggestivo spettacolo di caroselli equestri.

Durante la manifestazione saranno organizzate visite guidate ai “murales” e al Santuario della Madonna dei Martiri e nei ristoranti convenzionati sarà possibile degustare il menù della tradizione pastorale.

Non mancate, se potete!




Mappa non disponibile