Il 12 e 13 maggio Monumenti Aperti ha fatto tappa ad Alghero.

Monumenti Aperti 2012 ad Alghero, il racconto continua...

32 i siti aperti e presi d'assalto durante l'edizione algherese della manifestazione regionale giunta alla sua 16^ edizione. Tag Sardegna e Marenostrum l'hanno seguita per voi.

Claudio Simbula di Claudio Simbula - Reporter: Claudio Simbula

Lo scorso weekend si è svolta ad Alghero la manifestazione Monumenti Aperti. Un’occasione unica per visitare la città e riscoprire spazi, paesaggi, opere ed edifici di grande pregio. Un’immersione totale all’interno di un piccolo universo fatto di arte, storia e architettura.


L’intera iniziativa è stata seguita da me e Alessandra Polo, travel blogger per due giorni, all’interno del progetto Sardinia Diary, che vede la collaborazione di TagSardegna e Mare Nostrum.


Abbiamo documentato con entusiasmo Monumenti Aperti ad Alghero con tweet, post, aggiornamenti di status su diversi social network e tante foto su Instagram.


Il nostro secondo giorno di viaggio (il primo lo trovate descritto su Tag Sardegna) è iniziato nella parte esterna di Alghero. Dopo una tappa presso la Chiesa di Santa Maria La Palma abbiamo raggiunto le spettacolari tenute della Sella&Mosca, che al loro interno racchiudono un vero e proprio tesoro: oltre alla bellissima cantina ci sono grandi giardini ben curati, un laghetto, dei menhir che troneggiano sul prato. Uno spettacolo davvero.


Da qui siamo passati all’“Alghero archeologica”: prima abbiamo visitato il sito di Anghelu Ruju, che ospita la più grande necropoli prenuragica mai scoperta in Sardegna, ritrovata casualmente ai primi del 1900 durante degli scavi per la costruzione di una casa colonica nell’area dell’azienda di Sella&Mosca.


All’interno della necropoli è possibile vedere ben 38 domus de janas, antiche tombe arrivate a noi direttamente dal Neolitico, l’ultimo dei tre periodi della preistoria che costituiscono l’età della Pietra.


Da Anghelu Ruju il passo al villaggio nuragico di Palmavera è stato breve. Ma entusiasmante.

Palmavera rappresenta un vero complesso, costituito da più torri unite tra loro. E presenta spazi unici, tenuti in buone condizioni, come la “capanna delle riunioni” con al centro il modellino di una torre nuragica.





Visitare Palmavera è un’esperienza davvero unica, che consiglio a tutti. Muovendosi al suo interno si respira la storia millenaria.

Visitati i nuraghi, dopo una rapida visita a Casa Gioiosa e Fertilia siamo giunti nel centro storico di Alghero, pronti a immergerci tra le decine di luoghi da visitare.


Abbiamo iniziato con la Chiesa della Misericordia e quella del Carmelo, per passare subito dopo ad altre chiese molto suggestive, come quella di Sant'Anna.

E la monumentale Chiesa di San Francesco, dove abbiamo ricevuto una magistrale spiegazione della sua costruzione e dello sviluppo del suo chiostro.

La tappa successiva è stata la visita alla Società Operaia di Mutuo Soccorso, davvero interessante con i suoi cimeli e gli oggetti storici…

E l’Archivio Storico Diocesano dove sono custodite bolle papali, messali e tanti altri testi antichi.

Da qui ci siamo mossi per le vie del centro..


Sino a tarda sera, quando la manifestazione è giunta al termine.

Ogni momento speso all’interno di Alghero è stato prezioso e altamente coinvolgente. E noi abbiamo cercato di documentarlo al meglio, costantemente, con numerosi post e commenti vari.

Un’esperienza entusiasmante, consigliata a tutti! Date uno sguardo all'album completo delle foto.

Ora restiamo in attesa di impegnarci nelle prossime tappe. Questo weekend saremo a Iglesias.. Seguiteci, sarà divertente!


Chi Siamo Archivio pubblicazioni Contatti Note Legali Pubblicità Gerenza

© 1999 - 2014 Mare nostrum editrice S.r.l. a socio unico P.iva 02180800902 - Gerenza
Supplemento alla testata giornalistica www.marenostrum.it - Registrazione Tribunale di Sassari n°8 del 09/08/2010 - Iscrizione ROC n°14164
Via Gavino Matta, 3 - 07100 Sassari Italy - Tel. +39 392 9999887
Marenostrum.it | IlPortolano.it | SardegnaEventi24.it | MarenostrumEditrice.it | Zelindo.it

Rss Rss Licenza Creative Commons